SIEC

SIEC - System Integrators Experience Community

» news

Grande successo della SIEC Convention 2012

18 ottobre 2012

Oltre 200 visitatori, 10 aziende espositrici, 4 nuovi associati. Sono i numeri della SIEC Convention 2012, il primo grande evento dedicato all'Integrazione dei Sistemi AVC in Italia.

SIEC Convention 2012, il primo grande evento in Italia dedicato alla System Integration, ha riscosso un lusinghiero successo. L’affluenza del pubblico è stata superiore alle attese, con oltre 200 partecipanti al Convegno del 16 ottobre: tra il pubblico numerosi operatori, professionisti, consulenti e clienti finali.

Ha condotto il convegno con grande lucidità e competenza l’ing. Alessandro Betti, presidente di Soiel International, la società a cui SIEC ha affidato l’organizzazione dell’evento.

L’intervento di apertura è stato di Godwin Demicoli, Direttore per l’Europa di InfoComm International, che ha presentato i risultati dello studio 2012 sul mercato dell’AV Pro. La stima del mercato globale dell’AV Pro per il 2012 è di 78 miliardi di dollari (60 miliardi di euro) e la previsione per il 2015 è di 115 miliardi di dollari (88 miliardi di euro) con un tasso di crescita media annua (CAGR) del 13%.

Demicoli ha anche parlato della sempre più stretta collaborazione tra InfoComm e SIEC sul fronte della formazione: insieme le due associazioni hanno organizzato un programma di webinar tenuti da specialisti degli associati SIEC. Grande interesse ha suscitato la notizia che SIEC ha già completato e offrirà a breve agli operatori la versione italiana del corso “Essentials of AV Technology” di InfoComm Academy, che  presenta in modo chiaro e completo gli elementi base di tutte tecnologie coinvolte nell’integrazione di sistemi e consente a chi lo segue di sostenere il “Technologist test” riconosciuto da InfoComm. Il corso sarà soprattutto utile per il personale tecnico-commerciale delle aziende.

Andrea Tamagnini di Crestron ha toccato un tema di grande attualità:  come un sistema di automazione può ottimizzare la gestione dell’energia. Antonio Troiano di Mitsubishi Electric ha presentato le nuove soluzioni Digital Signage pensate per stupire con la qualità dei contenuti e dei prodotti utilizzati.

L’ing. Nicolao, autore di svariati saggi e pubblicazioni su argomenti attinenti all’Audio Professionale, ha parlato dell’Audio Video Bridging, il nuovo standard aperto IEEE che consente il trasporto di flussi multimediali sulle reti Ethernet, usando l’infrastruttura di cablaggio esistente, insieme ai dati tradizionali.

Carla Conca di Epson ha parlato della convergenza tra AVC, IT e Telecomunicazioni. La convergenza digitale permetterà l’apertura di nuovi mercati che richiederanno alti standard di qualità, un’efficace strategia dei prezzi e una nuova attenzione verso il cliente. Tutti gli operatori dovranno affrontare una fase di innovazione e cambiamento per mantenersi allineati con queste richieste e secondo gli esperti, in questa nuova economia, il driver più importante sarà la conoscenza.

Dopo gli interventi più propriamente tecnici il convegno ha affrontato il tema della qualificazione e certificazione degli operatori.

Si tratta di un tema molto sentito anche dagli operatori della System Integration, i quali avvertono l’esigenza di un riconoscimento ufficiale  della loro attività e una migliore informazione per utenti e committenti che devono scegliere un fornitore di servizi di integrazione.

Si possono battere due strade: il riconoscimento della professione ottenibile attraverso l’adesione volontaria a normative UNI: per arrivare a questo risultato occorre avviare un processo molto lungo e laborioso perché occorre ottenere il consenso di tutte le parti a qualsiasi titolo interessate. Oppure una prassi di riferimento per il settore, un documento para-normativo di UNI, cui si può arrivare in tempi più rapidi perché è sufficiente che venga avviato da SIEC.

Sul primo fronte esiste già un progetto di legge che fa espresso riferimento a documenti normativi di UNI per arrivare al riconoscimento delle figure professionali.

Il Senatore Salvatore Piscitelli, in collegamento telefonico, ha parlato dell’iter del disegno di legge 3210 approvato dalla camera il 17 aprile 2012 in materia di professioni non regolamentate e ora all’esame del Senato. Questo argomento è di grande interesse perché riguarda almeno 3 milioni di individui per circa 250 figure professionali identificate (fonte: Censis). Il Comitato ristretto di cui fa parte il Sen. Piscitelli ha condotto una serie di audizioni con tutte le parti interessate ed è pronto a passare il testo al Senato. Il Senatore ha sottolineato l’importanza delle realtà associative come interlocutori privilegiati e ha invitato SIEC a presentare ufficialmente la sua posizione in materia.

Elena Mocchio di UNI ha parlato delle prassi di riferimento come strumento per dare un assetto migliore al mercato e per preparare i contesti di sviluppo per future attività di normazione. A seguire un intervento di Alberto Musa di Accredia che ha illustrato il vantaggio competitivo per le aziende che volontariamente decidono di essere accreditate secondo prassi di riferimento consolidate.

Su questo tema si è aperto un vivace dibattito durante la successiva tavola rotonda condotta da Chiara Benedettini di Connessioni e a cui hanno partecipato – oltre a UNI, Accredia e SIEC – anche Laura Lazzerini di Cedia, l’architetto Boni di Firenze e Fabio Maset di Mosaico Srl (Associato Operatore SIEC).

Carla Conca, presidente di SIEC, ha comunicato  che l’associazione ha scelto il percorso delle prassi di riferimento UNI per aprire la strada verso una certificazione degli operatori dell’integrazione di sistemi: si tratta di un processo molto veloce (massimo 8 mesi) per arrivare a un documento che, se accettato dal mercato, potrà evolvere nel giro di due anni in un documento normativo.

Nell’area espositiva erano presenti 10 stand: BenQ, Crestron, Epson, Euromet, Eurosell, Gefen, Mitsubshi Electric, Prase Engineering, S.C.M., Screenline.

Guarda il reportage video dell’evento

Guarda le video interviste

Le nostre politiche sulla privacy garantiscono al 100% la sicurazza dei tuoi dati.

2010 © SIEC - Systems Integration Experience Community
privacy